domenica 16 maggio 2021

A Campo Felice: per Bernal vittoria e maglia rosa

Nona tappa del Giro d'Italia 2021, da Castel di Sangro a Campo Felice. Dura tappa appenninica, con arrivo severo. Chi vincerà il duello tra Bernal ed Evenepoel?

Ritmo scatenato nel finale tenuto dall'Ineos di Bernal. Che scatta sullo sterrato dell'ultimo chilometro, riprende i fuggitivi e fa il vuoto. È un trionfo completato dalla maglia rosa. Secondo di giornata Ciccone, terzo Vlasov. Cede una decina di secondi Evenepoel. In classifica generale, Bernal ha 15" di vantaggio su Evenepoel, secondo, e 21" su Vlasov, terzo.

sabato 15 maggio 2021

Guardia Sanframondi: vince Lafay

Ottava tappa del Giro d'Italia 2021, da Foggia a Guardia Sanframondi. Va via una fuga. Che arriva. Successo solitario per il francese Lafay. Secondo Gavazzi, terzo Arndt. La maglia rosa resta sulle spalle di Attila Valter. Domani si torna a salire. 

Juve-Inter 3-2: la solita commedia

Pessimo arbitraggio. Il rigore su Cuadrado è stato un episodio grottesco, da commedia dell'arte. Talmente imbarazzante e al tempo stesso rappresentativo di una storia patetica da non meritare altri commenti. Detto questo, Inter molle. Appagata? Non m'importa. Questa Juve modestissima andava battuta. A dispetto di tutto. Salvo solo Lautaro: un leone. E boccio tutti gli altri. A cominciare da Conte. Che ha preparato malissimo la partita. Che non ha capito quanto contasse per noi. Per la nostra storia. Per questo campionato. Per tutto il calcio italiano. E lo scrivo sapendo di non esagerare.

venerdì 14 maggio 2021

Giro d'Italia 2021: a Termoli bis di Caleb Ewan

Settima tappa del Giro d'Italia 2021, da Notaresco a Termoli, sull'Adriatico, in Molise. Arrivo in pendenza negli ultimi due chilometri. Il vecchio Sagan avrebbe vinto a mani basse. Quello attuale?

La cronaca.

Va via una fuga dal primo chilometro, destinata, tuttavia, a non arrivare al traguardo. Un forte vento contrario schiaffeggia la corsa, rendendo meno sostenuta l'andatura: meno di 37 km/h. Tant'è che c'è un vistoso ritardo sulla tabella di marcia prevista. Il gruppo torna compatto a 17 km dall'arrivo. E si prepara ad una difficile volata. Formidabile bis di Caleb Ewan, che rimonta Gaviria, partito prestissimo.

giovedì 13 maggio 2021

Jacobs spodesta Tortu sui 100 m: 9"95. Nuovo primato italiano

È Marcell Jacobs il nuovo primatista italiano sui 100 m, distanza coperta al meeting di Savona in 9"95, quattro centesimi meno dei 9"99, che valevano il vecchio primato italiano di Tortu. Che, c'è da scommetterci, proverà a riprenderselo. La velocità azzurra non era così in salute da 40 anni.

Ascoli Piceno: vince Mäder. Valter in maglia rosa

Oggi, sesta tappa del Giro d'Italia 2021, dalle Grotte di Frasassi ad Ascoli Piceno. Frazione di 160 km con tre Gran Premi della Montagna, di cui l'ultimo posto sul traguardo di San Giacomo. 

La cronaca.

Vince la tappa, sotto la pioggia che sta accompagnando questo inizio di Giro, lo svizzero Gino Mäder. Secondo, tra i migliori che rinvengono, Bernal, davanti a Daniel Martin e Remco Evenepoel. Lungo l'ascesa finale, cede De Marchi che perde, come previsto, la maglia rosa. Il simbolo del primato passa sulle spalle dell'ungherese Attila Valter.

mercoledì 12 maggio 2021

Inter-Roma: 3-1

Doppio vantaggio precoce per l'Inter. Due gol speculari di Brozovic e Vecino, il primo servito da Darmian, il secondo da Lukaku. Accorcia Mkhitaryan. Nella ripresa, molti cambi. Esce anche Lautaro, che era entrato per Sanchez. Sul tramonto della partita, in contropiede, Hakimi serve a Lukaku il gol del 3-1 sulla Roma.

Giro d'Italia 2021: a Cattolica vince Caleb Ewan. Landa si ritira

Quinta tappa del Giro d'Italia 2021, da Modena a Cattolica, dall'Emilia alla Romagna. Frazione interamente pianeggiante, destinata, sulla carta, ad un arrivo in volata.

La cronaca. 

Scontata volata di gruppo. Vince Caleb Ewan su Nizzolo ed Elia Viviani. Domani, tappa difficile e duro arrivo in salita ad Ascoli Piceno. De Marchi farà fatica a tenere la maglia rosa. Maglia rosa, per la quale non potrà lottare più Mikel Landa, costretto al ritiro da una brutta caduta. Era uno dei favoriti della vigilia ed era in ottima forma. Peccato. 

martedì 11 maggio 2021

Sestola vince Dombrowski. De Marchi maglia rosa

Quarta tappa del Giro d'Italia 2021, da Piacenza a Sestola. Tappa appenninica e primo arrivo in salita, destinato a chiarire le reali ambizioni di vittoria dei favoriti della vigilia. Molta attesa per quanto saprà fare l'asso belga Remco Evenepoel

La cronaca.

Va via una fuga di 25 corridori e il gruppo lascia fare un poco perché fa freddo e piove - e farà freddo e pioverà per tutta la tappa - un poco perché, nella fuga, sono rappresentate moltissime squadre. Restano in avanscoperta l'estone Taaramae e il danese Juul Jensen. Ma, cedono lungo l'ascesa finale. Risalgono la china De Marchi e Dombrowski, che si avvantaggia. Dietro, nel gruppo dei migliori, prima scatta Ciccone, poi c'è un grande allungo di Landa, che riprende subito Ciccone. Bernal, Hugh John Carty e Vlasov si riportano su Landa e Ciccone. Nibali, invece, cede. Anche Evenepoel resta indietro, tanto più che dopo il Gpm, la strada scende e ci sta che non voglia prendere rischi. Secondo De Marchi, che veste la maglia rosa. A quasi 35 anni, è la soddisfazione maggiore della carriera.

lunedì 10 maggio 2021

Giro d'Italia 2021: a Canale vince Van der Hoorn. Secondo Cimolai, terzo Sagan

A Canale, arrivo della terza tappa del Giro d'Italia 2021, vince l'ultimo superstite della fuga di giornata, l'olandese Van der Hoorn. Poi, il gruppo, regolato in volata dall'ottimo Cimolai. Sagan, che aveva fatto lavorare i suoi per riacciuffare gli attaccanti, deve contentarsi del gradino più basso del podio. Ganna sempre in maglia rosa, con 16" secondi su Foss e 20 " su Remco Evenepoel.

Giro d'Italia 2021: percorso, cronaca e classifiche

Edizione n. 104 del Giro d'Italia. 

Il percorso lungo 21 tappe, con la cronaca di ogni singola tappa (cliccate):

1^ tappa, 8 maggio: Torino-Torino, 9 km 🕐 

2^ tappa, 9 maggio: Stupinigi-Nichelino, 173 km
3^ tappa, 10 maggio: Biella-Canale, 187 km
4^ tappa, 11 maggio: Piacenza-Sestola, 186 km🌄
5^ tappa, 12 maggio: Modena-Cattolica, 171 km
6^ tappa, 13 maggio: Grotte di Frasassi-Ascoli Piceno, 150 km🌄
7^ tappa, 14 maggio: Notaresco-Termoli, 178 km
8^ tappa, 15 maggio: Foggia-Guardia Sanframondi
9^ tappa, 16 maggio: Castel di Sangro-Campo Felice, 160 km 🌄
10^ tappa, 17 maggio: L'Aquila-Foligno, 140 km
18 maggio: giorno di riposo
11^ tappa: 19 maggio: Perugia-Montalcino, 163 km
12^ tappa: 20 maggio: Siena-Bagno di Romagna, 209 km
13^ tappa: 21 maggio: Ravenna-Verona, 197 km
14^ tappa: 22 maggio: Cittadella-Monte Zoncolan, 205 km🌄
15^ tappa: 23 maggio: Grado- Gorizia, 145 km
16^ tappa: 24 maggio: Sacile-Cortina D'Ampezzo, 211 km🌄
25 maggio: secondo giorno di riposo
17^ tappa: 26 maggio: Canazei-Sega di Ala, 193 km🌄
18^ tappa: 27 maggio: Rovereto-Stradella, 228 km
19^ tappa: 28 maggio: Abbiategrasso-Alpe di Mera 178 km🌄
20^ tappa: 29 maggio: Verbania-Valle Spluga (Alpe Motta), 164 km
21^ tappa: 30 maggio: Senago-Milano, 29,4 km🕐
 

Cronaca breve: la prima maglia rosa è di Filippo Ganna, che si annette il cronoprologo di Torino. Nella seconda frazione vince Merlier in volata, precedendo gli azzurri Nizzolo e Viviani. Nella terza tappa, arriva un fuggitivo di giornata, l'olandese Van der Hoorn, subito dopo il gruppo regolato da Cimolai davanti a Sagan. Nella quarta tappa, pioggia e freddo, va via una fuga e vince Dombrowski. Secondo De Marchi, nuova maglia rosa. Tra i migliori, si avvantaggiano Bernal, Hugh John Carty e Landa. La quinta tappa è tutta pianeggiante e la volata di gruppo, a Cattolica, è vinta da Caleb Ewan su Nizzolo e Viviani. Lascia la corsa Landa, caduto rovinosamente quando mancavano poco più di 3 km al traguardo. Nella sesta tappa, vera montagna e i migliori della classifica devono venire allo scoperto. Molto in forma Bernal, che arriva secondo, davanti a Daniel Martin e Remco Evenepoel, mentre il successo arride allo svizzero, fuggitivo di giornata, Gino Mäder. La maglia rosa va al promettente giovane ungherese Attila Valter. Nella settima tappa, arrivo in volata, a Termoli, con bis di un saettante Caleb Ewan. A Guardia Sanframondi, traguardo dell'ottava tappa, vittoria del fuggitivo francese Lafay. Nella frazione, tutta abruzzese e appenninica, da Castel di Sangro a Campo Felice, è l'Ineos di Bernal a fare la corsa. Il colombiano scatta sul lunghissimo sterrato finale: vince e prende la maglia rossa. Dietro di lui, Ciccone e Vlasov, nella tappa, Evenepoel e Vlasov in classifica. 

La classifica (dopo la 7^ tappa)

1. Egan Bernal (Colombia) 

2. Remco Evenepoel (Belgio) a 15"

3. Aleksandr Vlasov (Russia) a 21"