giovedì 13 agosto 2020

Atalanta-PSG 1-2: francesi in semifinale

 Il PSG, allenato malissimo da Tuchel - nessuna trama di gioco, solo improvvisazione e abbandono fideistico al talento dei singoli - rimonta l'Atalanta negli ultimi minuti. Finisce il sogno Champions League dei bergamaschi. Che si sono battuti bene. Francesi in semifinale. 

lunedì 10 agosto 2020

Inter-Bayer Leverkusen 2-1: Barella, Lukaku

Un magnifico esterno di Barella regala il vantaggio all'Inter, che raddoppia con Lukaku: palla addosso, riesce sempre a girarsi e a battere a rete. Poi, il belga spreca in contropiede la palla del 3-0. Havertz accorcia per il Bayer Leverkusen. Nella ripresa, i tedeschi attaccano e l'Inter riparte, fallendo occasioni in serie con Lukaku, il subentrato Sanchez,  che poi si fa male, e Moses. Eriksen incanta. Si soffre fino alla fine. Ma, l'Inter vince e vola in semifinale.

domenica 9 agosto 2020

Van Aert tra strada e ciclocross

Il capolavoro di Van Aert alla Milano-Sanremo ha ispirato a Bonarrigo, sul Corsera di oggi, un bellissimo articolo sui corridori polivalenti, ricordando come l'esperienza nel ciclocross, di cui Van Aert è stato più volte campione del mondo, gli abbia donato l'esplosività ammirata ieri nella classicissima. Anche De Vlaeminck, suo illustre connazionale, ricordava Bonarrigo, aveva corso su strada e nel cross.  E, aggiungo io, Beppe Saronni, tre volte secondo a Sanremo tra 1978 e 1980, due volte proprio dietro De Vlaeminck, prima del successo in maglia iridata del 1983, partecipava a molte gare di ciclocross, di cui il fratello Antonio era dominatore. 

Sì, non c'è dubbio che grandi campioni su strada siano venuti e possano venire anche dal cross e dalla mountain bike, si veda Sagan, e, come tanti anglosassoni, dalla pista. I gemelli Yates hanno affinato lì la loro pedalata. Poi, ci sono casi ancora più straordinari. Campioni del ciclismo provenienti da altri sport, con buona pace della teoria, peraltro piuttosto fondata, dei diversi distretti muscolari: Roglic, che ha peraltro battuto Bernal al Tour de l'Ain, proveniente dal salto con gli sci, e Remco Evenepoel, già promessa del calcio belga, uno che invece, passato alle due ruote, e qui mi sbilancio, potrà reggere il confronto con Merckx. L'ho detta grossa, lo so, il tempo chiarirà.

sabato 8 agosto 2020

Milano-Sanremo 2020: vince Van Aert!

Percorso stravolto perché molti sindaci liguri non hanno voluto che la classicissima attraversasse i loro territori, temendo le ripercussioni sul traffico agostano. Una caduta costringe al ritiro Matteo Trentin, che consideravo tra i favoriti, mentre una lunga fuga mostra la corda sotto la spinta del gruppo. La gara esplode sul Poggio con il formidabile scatto del campione uscente Alaphilippe. In discesa lo riprende Van Aert, in condizioni smaglianti e lo fulmina allo sprint in Via Roma, resistendo alla rimonta del francese.

venerdì 7 agosto 2020

Juve-Lione 2-1: Juve eliminata

Rigore contro discusso, forse discutibile, fatto sta che il Lione passa in vantaggio: delizioso cucchiaio di Depay. Gli juventini sperimentano la sensazione inedita di  essere stati sfavoriti, ma dura poco. Un rigore ancora più discutibile permette a Cristiano Ronaldo di pareggiare. Nella ripresa, Juve lenta e caotica, nessuna traccia del gioco corale di Sarri. Una conclusione  mancina di Cristiano Ronaldo regala il vantaggio ai bianconeri, ma servirebbe un altro gol per la qualificazione. Che non arriva. Juventus eliminata agli ottavi di Champions League. Cristiano Ronaldo credo rimpianga di aver scelto la Juventus due anni fa. Il giocatore più decisivo della storia della Champions finito nella squadra relativamente meno vincente in Europa

mercoledì 5 agosto 2020

Inter-Getafe 2-0: Lukaku, Eriksen

Getafe aggressivo inizialmente. Inter, ancora schierata da Conte con 5 difensori, c'è D'Ambrosio a destra, in apprensione. Dopo 20 minuti, timidi segnali di ripresa nerazzurra con Lautaro volitivo. Al 33' Bastoni pesca Lukaku con un bel lancio: il belga controlla, resiste ad una carica e batte a rete con un sinistro incrociato. Vieri segnò un gol simile a Francia '98 contro la Norvegia: alludo alla difesa del pallone con avversario addosso, perché Vieri segnò di destro dal lato opposto. Si va al riposo sull'1-0 per l'Inter. Nel secondo tempo, l'Inter soffre pur potendo raddoppiare. Va vicino alla rete Barella dopo caparbia azione personale. Sfiora il gol con Lukaku e lo trova con il subentrato Eriksen, ma prima il Getafe sbaglia un rigore con Molina per intervento di mano di Godin. Conte avrebbe dovuto cambiare tempestivamente e invece rischia l'ennesima rimonta stagionale. Inter ai quarti. Voglio elogiare le prove di Bastoni e Young ma anche di Barella e Gagliardini, uno sempre criticato ma fondamentale in questa squadra.

sabato 1 agosto 2020

Atalanta-Inter 0-2: D'Ambrosio, Young

Conte gioca con i suoi uomini. Fuori Eriksen, che non sa valorizzare, e centrocampo a tre con Barella, Brozovic e Gagliardini. Difesa a tre senza Skriniar e D'Ambrosio esterno. Con Young, i difensori in campo sono cinque. Questo è il suo calcio. E viene ripagato da una prestazione convincente. Segna subito D'Ambrosio, raddoppia Young dopo 20 minuti. L'Inter controlla bene il gioco e sbaglia soprattutto l'ultimo passaggio. Vince e termina seconda, ad un solo punto dalla Juve, in un campionato che avrebbe potuto anche vincere. Se non avesse dissipato punti preziosi tra Sassuolo, Bologna e Verona. Ma, anche i pareggi contro Roma e Fiorentina hanno il sapore amaro della beffa.

Le dichiarazioni di Conte dopo la partita, oltre a gettare un'ombra sulla sua permanenza all'Inter, dimostrano la sua scarsa attitudine a intestarsi responsabilità. Che pure ha avuto: insistendo sulla difesa a 3 sempre e comunque, non riuscendo ad inserire Eriksen, faticando a leggere le partite in corsa, programmando male i cambi, perdendo sistematicamente, con l'eccezione di questa sera, gli scontri diretti. Le venti rimonte subite in stagione non possono non coinvolgere la direzione tecnica. Che è stata sua. Soltanto sua.

Atalanta-Inter: ore 20:45