Post in evidenza

Tour de France 2019: ha vinto Bernal

Tour de France 2019, 06 luglio 2019 - 28 luglio 2019.  Due giorni di riposo: il 16 luglio e il 22 luglio. Prima i Pirenei , poi le Alpi ....

sabato 17 agosto 2019

Il congedo di Felice Gimondi

È mancato Felice Gimondi. Uno dei massimi corridori della storia del ciclismo. Vincitore a 22 del Tour de France, nel 1965, seppe imporsi anche in tre Giri d'Italia e in una Vuelta a Espana. Dodici podi nelle grandi corse a tappe, di cui otto al Giro. Completo, forte in salita e sul passo. Vincitore allo sprint, ristretto, e a cronometro. Visse una rivalità leggendaria con il più grande di sempre, il belga Eddy Merckx. Che lo costrinse a molti secondi posti. Gimondi come Ettore, Merckx come Achille. Vinse prima che il fiammingo iniziasse a spadroneggiare e dopo che aveva smesso: vedasi il Giro del 1976. Togliendosi la soddisfazione di batterlo, più di una volta, anche durante il suo lungo regno agonistico.  Si aggiudicò anche il mondiale e classiche monumento: due Giri di Lombardia, una Milano-Sanremo, una Parigi-Roubaix. Non aveva i polmoni di Coppi né lo scatto da grimpeur di Bartali. Ma fu secondo solo a loro due nel cuore dei tifosi italiani. Che non lo dimenticheranno.

domenica 11 agosto 2019

Alkmaar: Viviani campione europeo 2019

Viviani è il nuovo campione europeo. Vince ad Alkmaar non all'esito di una volata di gruppo. Ma dopo fuga e scatto finale da finisseuer. Battuto il vekfa Lampaert. La consacrazione di Viviani. Che è diventato su strada forte come in pista.

MotoGp Austria: vince Dovizioso!

A 9 giri dal termine, Dovizioso sorpassa Marquez. Da lì in poi, i due fanno corsa appaiata. Al penultimo giro, Marquez ripassa avanti. Gara tesissima. Sorpassi vicendevoli. Ma è decisivo quello, magnifico, di Dovizioso all'ultima curva. Successo n. 23 nel moto mondiale in carriera per Dovizioso. Il secondo in questo mondiale. 

sabato 10 agosto 2019

Canada Open: Nadal-Fognini 2-6, 6-1, 6-2

Canada Open 2019: Montreal.
Va in scena la sedicesima sfida tra Nadal e Fognini. L'ultima volta, semifinali a Montecarlo, ha vinto Fognini. Che conquista il primo set, piegando un Nadal molto falloso. Nel secondo lo spagnolo ritrova una certa profondità di colpi, mentre Fognini s'innervosisce per la lentezza dell'avversario al servizio. Nadal vince il secondo set 6-1. Si va al terzo. Fognini chiede l'intervento prima del medico poi del fisioterapista e gioca sempre più da fermo, lascia a Nadal gli angoli del campo. Nadal vince e va in semifinale.

giovedì 8 agosto 2019

Lukaku all'Inter

Arrivato Lukaku all'Inter. Per un mucchio di soldi. Costerà più di 70 milioni di euro il suo cartellino. E il suo ingaggio dovrebbe aggirarsi intorno ai 9 milioni di euro netti l'anno, per 5 anni! Lo considero un ottimo centravanti. Ma non è un fuoriclasse. Le cose migliori le fa, a dispetto della mole, in campo aperto. Non so come potrà adattarsi al campionato italiano. So di essere in minoranza e so che non succederà, ma lo farei giocare in coppia con Icardi. Si completerebbero. 

sabato 3 agosto 2019

Clasica San Sebastian 2019: Evenepoel!

Classe 2000. Evenepoel, diciannovenne promessa del ciclismo belga ha vinto la Clasica di San Sebastian 2019. Precedendo il connazionale Van Avermaet. Evenepoel, già trionfatore al Giro del Belgio, al primo anno da professionista, è già capace di grandi imprese. Come il Saronni del 1977. Un predestinato.

Inter: l'immobilismo di Suning

Nihil est absconditum quod non revelabitur. Volevano finanziare la campagna acquisti cedendo il cartellino di Icardi. Che però non si è mosso e non si muoverà. Pensavo questo mesi addietro, oggi non posso che pensare altrettanto. L'immobilismo di Suning. Allo stato: 1. Icardi è fuori rosa; 2. Nainggolan è andato in prestito gratuito al Cagliari; 3; Miranda gratis in Cina; 4. Lukaku non è arrivato e l'Inter gioca davanti con Longo. Che errore aver ingaggiato Marotta.

lunedì 29 luglio 2019

Tour de France 2019: le pagelle finali

🚲 Le Tour De France 2019
Ecco le pagelle finali del Tour de France 2019:

Bernal (Col): 10 e lode. Il colombiano, 22 anni e mezzo, conferma tutte le attese su di lui. Da anni pronosticato campionissimo, vince la Grande Boucle, battendo la concorrenza interna all'Ineos di Geraint Thomas. Domina sulle Alpi, complice anche il ritiro di Thibaut Pinot. Maturo, può fare la storia dei grandi giri.

Alaphilippe (Fra): 10. Nessuno avrebbe pensato che potesse lottare per vincere il Tour. Eppure l'ha fatto. Fino alla diciannovesima tappa. Formidabile il suo successo nella cronometro di Pau. Di fondo ne ha tanto, sulle lunghe salite soffre rispetto agli scalatori puri, ma, con un percorso adatto alle sue caratteristiche, e più esperienza, può pensare di competere per un grande giro. Ha ancora 27 anni.

Geraint Thomas (Gbr): 8. Convalida il successo dello scorso anno, con un secondo posto di prestigio. Solido.

Valverde (Spa): 8. Arriva 9 in classifica generale, a 39 anni. In una classifica a punti che ho proposto e che aggiorno di continuo, relativa ai migliori ciclisti della storia - si giudicano rendimento e risultati, non il talento - Valverde scavalca Anquetil e Moser e sale al quinto posto assoluto. Qualcosa vorrà pur dire!

Caleb Ewan (Aus): 9. Il miglior velocista del Tour, vince tre tappe e la sfida con Viviani, Sagan e Groenewegen.

Trentin (Ita): 8. Terzo successo di tappa in tre diverse edizioni del Tour. Corridore classico, Trentin, che non manca i grandi appuntamenti. Il suo assolo è un capolavoro tattico.

Thibaut Pinot (Fra): 8. Voto diminuito solo dal ritiro obbligato. Stravedo per questo sfortunato ma pieno di talento scalatore transalpino. Avrebbe conteso la vittoria finale a Bernal fino alla fine, non fosse stato fermato da un infortunio. Colpa di un destino cinico e baro, come avrebbe detto Saragat. Credo e spero che potrà rifarsi. Sui Pirenei era stato il migliore.

Quintana (Col): 7. Si piazza ottavo. Lui che era stato due volte secondo e una volta terzo. A 29 anni, sembra già vecchio, specialmente al cospetto del ventiduenne connazionale Bernal. Resta, Quintana, uno dei corridori più continui della sua generazione, ad ogni modo. Nelle gare a tappe.

Nibali (Ita): 8. Vince la sua sesta tappa al Tour, che non avrebbe voluto correre. Numeri alla mano, al netto di ogni opinione personale, è tra i grandi della storia del ciclismo. Non soltanto italiano.

domenica 28 luglio 2019

Paris - Champs-Elysees: tris di Caleb Ewan

🚲 Le Tour De France 2019
Ventunesima e ultima tappa del Tour de France 2019. Volata di rito a Parigi, sugli Champs-Elysees. Tris di Caleb Ewan! In trionfo Bernal in maglia gialla.
Ordine d'arrivo:
1. Caleb Ewan
2. Groenewegen
3. Bonifazio
4. Richeze
5. Boasson Hagen