martedì 17 luglio 2018

Le Gran Bornand: assolo di Alaphilippe!

Arriva la grande impresa di un fuoriclasse annunciato, Julian Alaphilippe, che tutti abbiamo imparato ad apprezzare sulle Ardenne nel 2015. Quell'anno fu a lungo in predicato di correre il Tour de France. Poi la sua partecipazione sfumò. Vi avrebbe esordito, senza squilli, nel 2016. Tanti piazzamenti nelle corse di un giorno. Fino al primo successo importante, la Freccia Vallone 2018. Ed oggi, nella decima tappa del Tour de France 2018, da Annecy a Le Gran Bornand, è giunto il primo successo alla Grande Boucle, di Alaphilippe, classe 1992. Premiato il suo attacco a lunga gittata. Con la maglia gialla di Van Avermaet all'inseguimento ed il gruppo dei pretendenti al successo finale, dove si osa il meno possibile. Con Thibaut Pinot convalescente e Romain Bardet fuori forma, molto del  tifo di Francia sarà  proprio per Julian Alaphilippe. Van Avermaet aumenta il suo vantaggio in classifica generale. Domani tappa breve e arrivo in salita. Impossibile nascondersi. Faccio due nomi: Landa e Adam Yates.

Le Gran Bornand: è l'ora di Nibali?

Annecy - Le Grand Bornand / 10^ tappa Tour de France 2018

Decima tappa del Tour de France 2018, dopo il giorno di riposo, da Annecy a Le Grand Bornand, Alta Savoia. Può succedere di tutto oggi. Anche, a parere di Wiggins, che Geraint Thomas prenda la maglia gialla e che il team Sky decida di puntare su di lui piuttosto che sul capitano designato, Froome: a me pare impossibile. Froome è di un'altra categoria, mentre Thomas non ha, in carriera, un piazzamento che sia uno, tra i primi 10 della generale in un grande giro. La Movistar, con Valverde, Landa e Quintana, potrebbe fare la corsa. Nibali, cercherà l'occasione propizia: la lunga discesa dal Col de la Colombiere potrebbe avvantaggiarlo. Più di tutto, come al solito, conteranno le gambe, però. 

lunedì 16 luglio 2018

Russia 2018: le pagelle dei mondiali

Ha vinto la Francia. Con merito. Ecco le pagelle dei mondiali.

  • Messi: voto 4. Come i suoi mondiali giocati senza lasciare traccia. 
  • Cristiano Ronaldo: voto 6,5. Prima partita formidabile: una tripletta contro la Spagna, nel derby iberico, vale tantissimo. Poi, è andato declinando. 
  • Harry Kane: voto 6. Come i suoi gol al mondiale. Che gli valgono il titolo di capocannoniere. Cinque gol nelle prime due partite. Grande prova contro la Colombia agli ottavi. Poi, è entrato in riserva di energie. Certo che giocare con Sterling non è facile. Gli ha passato un solo pallone in tutto il mondiale.
  • Griezmann: voto 9. Intelligenza calcistica superiore. Corsa, lucida visione del gioco, sinistro educatissimo. L'anima della Francia campione del mondo.
  • Perisic: voto 7,5. Semifinale e finale da protagonista. Sente le partite importanti. Tanto per capirci, 73 partite e 21 gol con la Croazia. Epperò 2 gol ai mondiali del 2014, due gol agli europei del 2016, tre gol a Russia 2018. Splendido quello di ieri. Non sempre gioca, spesso si assenta, ma quando ha voglia, è immarcabile.
  • Pogba: voto 7,5. Rinunciato alle velleità da trequartista, ha fatto un grande mondiale alla Vieira. Maturato.
  • Neymar: voto 6. Sceneggiate a parte, due gol li ha segnati, ha dato assist. Arrivato da un serio infortunio, il suo l'ha fatto.
  • Hazard: voto 8. Mi fece grande impressione nel Lilla, sette anni fa. E' cresciuto moltissimo. Per controllo, rapidità e cambi di direzione non è secondo a chicchessia. 
  • Sterling: voto 3. Ha meno senso del gioco di Ljiajc. Fa sempre la giocata sbagliata. Se l'Inghilterra non è andata in finale, la responsabilità è anche sua.
  • Granqvist: voto 7. difensore roccioso e rigorista. Trascina una Svezia dal gioco racchio ma efficace. Solidità, dedizione e forza fisica.
  • Cavani: voto 7. Tre gol. Due bellissimi. Centravanti totale.
  • Modric: voto 7. I suoi lanci d'esterno sono squarci d'azzurro nella nebbia del calcio muscolare di oggi.

domenica 15 luglio 2018

A Roubaix trionfa Degenkolb. Tengono Nibali e Froome

Bella vittoria di Degenkolb a Roubaix, traguardo prestigioso della nona tappa del Tour de France 2018. Porte costretto al ritiro. Perdono Landa e Bardet. Nibali e Froome domano il pavè. Van Avermaet resta in giallo. Prima delle  salite. 

Francia - Croazia 4-2 Francia campione del mondo

Dopo 20 anni, la Francia torna a vincere i mondiali di calcio.  Battuta, in finale, una buona Croazia 4-2. L'autogol di Mandzukic giunge ad interrompere un predominio territoriale croato. Poi, gran gol di Perisic, controllo di destro e sinistro a incrociare. Il fato vuole che proprio Perisic tocchi con la mano in area croata. Rigore che il superbo Griezmann, autore di una prova monumentale, trasforma. Nella ripresa allunga Pogba, che mi ha ricordato, per l'intensità della prestazione, il Vieira del 2006. Quindi il gol di Mbappé, predestinato. Cui segue un golletto di Mandzukic su svarione di Lloris. Finisce 4-2 per la Francia, che vince con merito Russia 2018. Aveva la rosa più forte. Bravo anche il pragmatico Deschamps.

giovedì 12 luglio 2018

Sul Mur de Bretagne trionfa Daniel Martin

BREST - MUR DE BRETAGNE / 6^ tappa/ Tour de France 2018


Sesta tappa del Tour de France 2018, da Brest al Mur de Bretagne. A 5 km dal traguardo foratura per l'olandese Tom Dumoulin. Poco prima del triangolo rosso dell'ultimo km, sul Mur de Bretagne, scatta Daniel Martin. Insegue Richie Porte. Vince Daniel Martin, uno che può fare classifica fino alla fine: il corridore irlandese è stato sesto lo scorso anno e nono due anni fa. Bardet, a sorpresa, cede 30", Dumoulin 50". Ricapitolando: 1. Daniel Martin; 2. Latour; 3. Valverde; 4. Alaphilippe; 5. Majka. Buona la prova di Nibali, oggi più reattivo di Froome. Van Avermaet conserva la maglia gialla. 

mercoledì 11 luglio 2018

Croazia - Inghilterra 2-1: Croazia in finale contro la Francia

Inglesi avanti con punizione pennellata da Trippier. Il raddoppio sfuma. Anche per errori di un Kane stanchissimo. E la solita inconsistenza di Sterling. Nella ripresa, sale in cattedra Perisic, che prima pareggia, nella ripresa, poi serve a Mandzukic, nei supplementari, la palla che vale il 2-1. A quel pubto, teatro croato e perdite di tempo. Inghilterra priva di una regia efficace. Croazia in finale, per la prima volta nella sua giovane storia. Domenica, sfiderà la Francia, per vincere i mondiali di Russia 2018.

Federer sconfitto a Wimbledon 2018: perde in 5 set da Anderson

Avanti due set a zero, crolla fisicamente e di testa sotto il servizio del gigante sudafricano Kevin Anderson. Roger Federer eliminato ai quarti di finale di Wimbledon 2018. Peccato. Sfuma, per adesso, il sogno del nono Wimbledon per Federer. Che farà fatica a riaversi dal contraccolpo di una sconfitta, in cui i suoi demeriti sono superiori ai meriti dell'avversario.

A Quimper trionfa Sagan, 2^ Colbrelli, 3^ Gilbert

LORIENT-QUIMPER / 5^ tappa del Tour de France 2018

Quinta tappa del Tour de France 2018, da Lorient a Quimper, antica capitale della Cornovaglia francese, Bretagna. Tante cotes ed un muro conclusivo, con pendenza media del 5%. Insomma, una miniatura di Freccia-Vallone, la frazione odierna. Sicché, favoriti sono, ca va sans dire, Alaphilippe, Gilbert, Van Avermaer in maglia gialla. E, Quintana permettendo, Valverde. Non Matthews, che non partirà. Di certo, sarà rotta la monotonia delle volate in serie. Questo scrivevo a mezza mattinata. Invece, no. Tappa moscia, ritmi blandi, una fuga innocua. Alla fine, vince Sagan. Di forza. In rimonta. Per Sagan è il decimo successo sulle strade di Francia. Secondo un ottimo Sonny Colbrelli, terzo Gilbert. Quarto Valverde, quinto Alaphilippe.

Croazia - Inghilterra: le formazioni

Stasera, ore 20:00, Mosca, la seconda semifinale dei mondiali di Russia 2018, Croazia - Inghilterra. La vincente sfiderà la Francia, nella finale in programma domenica, ore 17:00.



Ecco le probabili formazioni:



CROAZIA: Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Brozovic; Rebic, Rakitic, Modric, Perisic; Mandzukic



INGHILTERRA: Pickford; Walker, Stones, Maguire; Henderson; Trippier, Lingard, Alli, Young; Sterling, Kane

martedì 10 luglio 2018

Francia - Belgio 1-0: Francia in finale con gol di Umtiti

Un gol di testa di Umtiti, all'inizio della ripresa, basta alla Francia per battere il Belgio ed approdare alla finale di Russia 2018, dove sfiderà Croazia o Inghilterra. Io  credo l'Inghilterra. Il limite del Belgio, stasera, è stato Lukaku. Troppo lento negli spazi intasati dell'area francese. Troppo legato. Troppo legnoso. Mai che gli riesca un anticipo. Nella Francia, invece, oltre al talento puro di Mbappé e alla qualità media altissima, colpisce la maturità di Griezmann. Regista offensivo di straordinaria lucidità. Alla Bobby Charlton.

A Sarzeau bis di Gaviria al Tour de France 2018

LA BAULE - SARZEAU - 4^ TAPPA - TOUR DE FRANCE 2018


Quarta tappa del Tour de France 2018, da La Baule a Sarzeau, in Bretagna. Frazione per lo più pianeggiante di 195 km. Quattro fuggitivi, scattati all'inizio della corsa, provano ad impedire il previsto arrivo in volata. A poco più di 4 km dal traguardo, la solita caduta. Il gruppo si ricompatta. Volata. Vince Gaviria, secondo Sagan, terzo Greipel.

Francia - Belgio. Le formazioni

Stasera, ore 20.00, San Pietroburgo, la prima semifinale dei mondiali di Russia 2018:
Francia - Belgio.
"Gallia est omnis divisa in partes tres, quarum unam incolunt Belgae...." (Giulio Cesare, Commentarii De Bello Gallico)
 Insomma, è un derby.

Ecco le probabili formazioni:


FRANCIA: Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Hernandez; Kanté, Pogba, Matuidi; Giroud; Griezmann, Mbappé

BELGIO: Courtois; Alderweireld, Kompany, Vermaelen; Carrasco, Witsel, Fellaini, Chadly; Lukaku, Hazard, De Bruyne

lunedì 9 luglio 2018

Cronosquadre: Van Avermaet maglia gialla

Bmc in trionfo nella terza tappa del Tour de France 2018. Una cronometro a squadre di poco più di 35 km, da Cholet a Cholet, che costa molto a Nibali e Bardet: secondo pronostico. Van Avermaet indossa la maglia gialla. E salgono, secondo la stampa d'oltralpe, le quotazioni del compagno Porte per il successo finale. Io dubito che Porte possa vincere una corsa di tre settimane. Tra i pretendenti alla vittoria, il meglio piazzato è, allo stato, Tom Dumoulin, staccato di 11".