martedì 22 agosto 2017

Rooney 200 gol in Premier League, 2^ dopo Shearer, 260 gol

Il ritorno all'Everton ha restituito Rooney alla regolarità realizzativa, smarrita nelle ultime stagioni.  Due partite e due gol: ora sono 200 i gol in Premier League per Rooney, consolidato il secondo posto dietro  Alan Shearer, autore di 260 gol in Premier, cui per la verità andrebbero aggiunti i 23 siglati in First Division, la massima serie inglese fino al 1992. Ad ogni modo, Rooney ha grandi numeri, che potrà ancora migliorare. Cambiare aria, lasciando il Manchester United dopo gli ultimi anni in chiaroscuro, gli ha fatto bene.

Andorra La Vella: ha vinto Nibali. Froome maglia rossa

Tutti assieme, nel finale, i potenziali vincitori della Vuelta 2017. Froome, che prende la maglia rossa, Nibali, che vince la tappa ad Andorra La Vella, Aru, Bardet e Chaves. Non Contador. Credo che ci sarà battaglia al vertice fino alla fine.

domenica 20 agosto 2017

Inter-Fiorentina 3-0: 2 Icardi, 1 Perisic

Fiorentina acerba. Inter decisa, sebbene Nagatomo, D'Ambrosio e Brozovic siano manifestamente non all'altezza. Buona regia di Borja Valero e prova maiuscola di Vecino. Dietro, bravo Skriniar. Epperò troppi contropiede concessi alla Fiorentina. Un buon inizio. La mano di Spalletti si è vista. La precoce doppietta di Icardi ha indirizzato la partita. Gol del 3-0 di Perisic nella ripresa.

giovedì 17 agosto 2017

Perché Spalletti dovrebbe giocare con la difesa a tre

Mai così polemici, negli ultimi anni, i tifosi nerazzurri sulla campagna di rafforzamento della squadra. Eppure mi pare che qualche buon innesto sia stato compiuto. Borja Valero ha la personalità e l'esperienza del comandante. Potrà essere decisivo. Vecino ha la corsa di Berti ed un tiro notevole, Gagliardini, dopo la flessione conosciuta durante gli ultimi due mesi della passata stagione, ha i mezzi per imporsi come un centrocampista di caratura internazionale. Dalbert lo conosco poco, Cancelo, dovesse arrivare, potrebbe sostituire Candreva, da tempo sfiatato, a destra: lo vedo più ala che terzino. Detto questo, Spalletti farebbe bene a virare su una difesa a tre. Con Santon mezzo destro, Skriniar centrale, ha il carattere ed il tempismo necessari al ruolo, e Miranda (o Mangala) mezzo sinistro. Cancelo e Dalbert potrebbero giocare senza i vincoli del ruolo di terzino. Poi tre centrocampisti liberi anche di scambiarsi ruoli e posizioni: Borja Valero, Vecino e Gagliardini. Davanti Icardi con il supporto di Perisic, libero da compiti di rientro. E Pinamonti, che è fortissimo, in rampa di lancio. Oltre a Schick, dovesse arrivare. Per me, quest'Inter è forte ed equilibrata. E non dovrebbe fallire, a tenersi prudenti nel pronostico, la qualificazione alla prossima Champions League.

Sabato 19 parte la Vuelta a Espana 2017: Froome cerca il primo successo dopo tre secondi posti. Al via anche Nibali e Aru

Riuscirà Froome a conquistare la maglia rossa, sfuggitagli per tre volte? È questo il tema della Vuelta a Espana 2017, che prenderà il via sabato 19 agosto. Proveranno a contendergli il successo soprattutto gli italiani Nibali e Aru, che una Vuelta l'hanno già vinta, ed il francese Romain Bardet. Terzo all'ultimo Tour, vinto proprio da Froome. Ci sarà anche Contador, vincitore di tre giri di Spagna (2008, 2012, 2014), al passo d'addio. Al Tour, ha mostrato i segni dell'età e delle mille fatiche in bicicletta, ma la classe e l'orgoglio sono immutati: Contador non può escludersi dal pronostico. Proverà a far saltare il banco, magari escogitando un grande attacco da lontano. Anche Chaves potrebbe dire la sua. Ecco il borsino dei favoriti.


  1. Froome *****
  2. Nibali ****
  3. Aru ***
  4. Contador ***
  5. Bardet ***
  6. Chaves **
  7. Zakarin **

domenica 13 agosto 2017

Supercoppa alla Lazio: decide Murgia. Juve sconfitta 3-2

Lezione di gioco della Lazio di Simone Inzaghi ad una Juve messa male in campo e destinata a vincere un bel niente all'esito della stagione che inizia. Grande doppietta di Immobile, pareggiata nel finale in modo immeritato da una Juve fortunata, subito rimessa a posto dal gol di Murgia. La supercoppa italiana 2017 va, con merito, alla Lazio. Detto questo, Buffon è rimasto a Cardiff, Higuain in trattoria. 

Montreal 2017: Federer in finale con Zverev

Continua la rincorsa di Federer al n. 1 della classifica Atp. E chi mai l'avrebbe immaginato lo scorso anno, di questi tempi. Federer ha raggiunto la finale nel Masters 1000 del Canada, a Montreal. Se la vedrà con Zverev, già battuto quest'anno sull'erba di Halle.

venerdì 11 agosto 2017

Londra 2017: oro a Guliyev sui 200 m, battuto Van Niekerk

Tornati indietro di 30 anni. O giù di lì. I 200 m vedono la vittoria dell'azero, naturalizzato turco, Guliyev in 20"09, un tempo in linea con quelli di Calvin Smith, oro a Helsinki 1983  e Roma 1987. Mi sembra questo il dato su cui riflettere, più che la sconfitta del sudafricano Van Niekerk. Che non riesce nella doppietta con i 400 m, che realizzò due volte Michael Johnson a metà anni '90. Davvero strano questo arretramento delle prestazioni. O no? A partire da Tokyo 1991, nessuno aveva vinto l'oro nei 200 m ai mondiali con un tempo così alto, quando si escluda Capelli,  primo a Parigi 2003, con un lentissimo 20"30. 

sabato 5 agosto 2017

Londra: oro a Gatlin, bronzo per Bolt sconfitto al passo d'addio

Londra 2017, mondiali di atletica leggera. Usain Bolt, il più grande velocista di sempre è al passo d'addio. Dico il più grande velocista e non il più grande atleta, perché quel titolo appartiene a Carl Lewis. Fatica Bolt in batterie e semifinali. Non è brillante. Ultimo atto. Parte male l'asso giamaicano e non è una novità. Mentre Coleman schizza dai blocchi come una saetta. E comanda a lungo la gara. Fino agli 80 metri. Ma, quando tutti aspetterebbero la sagoma di Bolt, ecco che il sorpasso lo realizza Gatlin. Primo in 9"92, secondo Coleman in 9"94, solo terzo Bolt, in 9"95. Falcata meno ampia, impatto meno rapido con il tartan. Segno di minor potenza. Gara lenta, peraltro, altrimenti questo Bolt, invecchiato di colpo, avrebbe mancato anche il podio. Ora, è facile dirlo. Ma, forse Bolt avrebbe dovuto ritirarsi da campione olimpico.

domenica 30 luglio 2017

Fognini trionfa a Gstaad, 5^ titolo Atp per il tennista ligure

Quinto titolo Atp per Fabio Fognini, sulla terra rossa di Gstaad, in 13 finali sul circuito professionistico. Solo Panatta,  10 titoli Atp, e Bertolucci, 6, hanno vinto di più nell'era Open. Fognini ha sconfitto il "carneade" tedesco Hanfmann in due set tirati. Piaccia o meno, come ho scritto tante altre volte, Fognini, risultati alla mano, è il più forte tennista italiano dal 1980 ad oggi.