Post in evidenza

La stagione ciclistica 2019: in atto un ricambio generazionale

La stagione ciclistica 2019 si avvia alla conclusione: dopo il successo di Mollema al Giro di Lombardia , resta la Parigi-Tours e poco al...

mercoledì 2 ottobre 2019

Barcellona-Inter 2-1

Gioca bene l'Inter nel primo tempo e trova un precoce vantaggio con Lautaro Martinez lanciato verso la porta di Ter Stegen da un rimpallo: conclusione mancina da applausi. De Jong e Busquets si pestano i piedi, Messi passeggia e Griezmanm sulla sinistra è spaesato.  L'Inter si difende e riparte con pericolosità. Nella ripresa, Vidal sostituisce Busquets e cambia la partita, con il suo pressing e il suo movimento. Aziona anche la volee magnifica di Suarez che pareggia. Brozovic è cotto come Candreva. Esce Sanchez per Gagliardini e Candreva per D'Ambrosio, un imbucato in una partita così importante. Sbaglia tutto. Un'accelerazione di Messi taglia la difesa, Godin sbaglia l'uscita e Suarez addomestica il pallone e regala la vittoria al Barca. Buona Inter, ma restano i limiti in alcuni ruoli. La grinta di Conte non basta.

10 commenti:

  1. Arbitraggio decisamente casalingo. Va detto.

    RispondiElimina
  2. Non capisco perchè non sia intervenuto il var...a parti invertite il Barcellona avrebbe avuto un rigore senza neppure passare dal var.
    A parte questo non so se ricapiterà più l'occasione di incontrare un Barcellona dimesso quanto quello attuale, l'Inter forse consapevole di ciò ha fatto un grandissimo primo tempo in cui avrebbe meritato il doppio vantaggio.
    A conti fatti il Barca ha concluso in porta pericolosamente due volte, segnando due goal. Su entrambi errori difensivi, in particolare sul secondo, prima per non aver fermato Messi sull'inizio dell'azione con la squadra non schierata dopo un contropiede, secondo Godin è intervenuto fuori tempo.
    Ma anche Conte, con l'ingresso di Gagliardini a mio avviso ha sbagliato:
    ha trasmesso insicurezza alla squadra
    ha tolto un palleggiatore dal centrocampo come Sensi per cui non si è più riusciti a ripartire
    ha consentito al Barcellona di avanzare ancora di più
    Avrei inserito se non Politano, almeno Vecino, che ha più gamba e meno lento di Gagliardini, troppo macchinoso e in un campo così largo in pratica inutile.
    Ora bisognerà fare 6 punti col Dortmund per sperare nel passaggio del turno, dando ovviamente per scontati i tre con lo Slavia che tanto scontati non sono considerando la partita a San Siro.
    Peccato, un'occasione così non capiterà più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. Un errore togliere un attaccante per un centrocampista. Segnale negativo per la propria squadra e incoraggiante per gli avversari. La qualificazione si fa difficile, soprattutto per lo sciagurato pareggio interno con lo Slavia Praga.

      Elimina
  3. Se il doppio confronto con il Borussia avesse un esito favorevole all'inter, le possibilità aumenterebbero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le prossime due partite sono con il borussia, con due vittorie passiamo al 100%. Con un pareggio e una vittoria abbiamo ancora ottime chance.
      Infatti con vittoria e pareggio noi 5 punti, Borussia 5 punti, Barcellona 10 punti.
      Turno successivo il Barcellona ha bisogno di un punto per la qualificazione se non vuole rischiare di giocarselo a Milano....e noi andiamo a Praga, e si dovrà vincere.
      A quel punto in casa col Barcellona avremo 2 risultati su tre a disposizione.

      Elimina
    2. La doppia sfida con il Dortumund è come una sfida ad eliminazione diretta.

      Elimina
  4. Ieri sera con icardi non avremmo mai tirato in porta

    RispondiElimina