domenica 11 luglio 2021

Italia campione d'Europa. Battuta l'Inghilterra d.c.r. 4-3

Ci siamo. Finale di Euro 2020 - Europei 2021 in realtà - a Londra, stadio di Wembley, dieci volte meno affascinante di quello vecchio. Ma, comunque, a Wembley. L'Italia sfiderà i padroni di casa dell'Inghilterra. Pronostico apertissimo. Per l'Italia non sarà facile, perché Southgate opta per il 3-4-3. Toglie un trequartista per Trippier, che sarà il terzo difensore di destra. Walker esterno a destra, Shaw a sinistra. Solo Sterling e Mount dietro Kane. Mancini conferma Chiesa. 

La cronaca. 

Vantaggio precoce degli inglesi con Shaw. L'Italia pareggia nella ripresa con Bonucci che si avventa su palla vagante dopo palo colpito da Verratti. Si va ai supplementari e poi ai rigori dove Donnarumma fa la differenza. Finisce 4-3 per gli azzurri. Hanno giocato il calcio più convincente della manifestazione e retto la tensione del tifo ostile. È una grande impresa. Italia campione d'Europa. L'11 luglio 2021, 39 anni dopo l'assolo luglio 1982, quando l'Italia fu campione del mondo. Va dato merito a Mancini. Tanto più che l'ho criticato tanto, quando allenava l'Inter. Southgate invece ha sbagliato tutto dopo il pareggio azzurro. Ha tardato a cambiare e i rigoristi che alla fine ha mandato in campo l'hanno tradito.

8 commenti:

  1. Mancini ha indovinato tutto. Togliere Immobile (inutile come sempre) e Barella (in difficoltà contro Rise) per i centimetri di Cristante (fondamentale nell’azione del gol) e Berardi, spostando Insigne in mezzo. La squadra nonostante svantaggio immediato alla lunga ha giocato meglio. Credo sia stato Europeo della consacrazione di Chiesa, di Donnarumma e Jorginho. Bonucci e Chiellini (che personalmente odio) in nazionale hanno dimostrato di essere sempre una sicurezza. Il 37 enne Chiellini credo che nella marcatura sia ancora trai migliori al mondo e la sua abitudine a giocare certe partite ga fatto la differenza. Credo che la nazionale abbia ancora margini di miglioramento: con Spinazzola, Zaniolo e un centravanti degno di questo nome ce la possiamo giocare con tutti a livello mondiale. Immobile e Belotti a certi livelli non possono giocare. Speriamo che kean metta la testa apposto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zaniolo sarà certamente un valore aggiunto, il vero fuoriclase della nazionale, con Donnarumma, che è cresciuto tanto anche nei fondamentali un tempo carenti. Europeo di spessore anche per Insigne, ha corso, lottato e rifinito, segnando due gol pregevoli. Bonucci e Chiellini sono stati facilitati da Southgate, che non ha saputo valorizzare il potenziale offensivo inglese. Nel primo tempo, Kane non l'hanno preso mai. Nella ripresa, sì, ma Southgate non ha cambiato per tempo, lasciando la superiorità numerica al centrocampo azzurro, e Kane isolato davanti. Mancini si conferma titolare di una fortuna almeno pari alla sua bravura. E comunque è stato bravo.

      Elimina
  2. Mancini ha indovinato tutto. Togliere Immobile (inutile come sempre) e Barella (in difficoltà contro Rise) per i centimetri di Cristante (fondamentale nell’azione del gol) e Berardi, spostando Insigne in mezzo. La squadra nonostante svantaggio immediato alla lunga ha giocato meglio. Credo sia stato Europeo della consacrazione di Chiesa, di Donnarumma e Jorginho. Bonucci e Chiellini (che personalmente odio) in nazionale hanno dimostrato di essere sempre una sicurezza. Il 37 enne Chiellini credo che nella marcatura sia ancora trai migliori al mondo e la sua abitudine a giocare certe partite ga fatto la differenza. Credo che la nazionale abbia ancora margini di miglioramento: con Spinazzola, Zaniolo e un centravanti degno di questo nome ce la possiamo giocare con tutti a livello mondiale. Immobile e Belotti a certi livelli non possono giocare. Speriamo che kean metta la testa apposto.

    RispondiElimina
  3. La fortuna è una componente non da poco, basta pensare a Southgate che inserisce gli ultimi 2 cambi in previsione dei rigori e entrambi falliscono…comunque Mancini è stato bravo anche considerando il materiale a disposizione. Kane nel primo tempo non lo hanno preso, ma è anche vero che i numeri li ha fatti arretrando sulla trequarti, mai sfidando il nostro duo difensivo. Lo ripeto, io Bonucci e Chiellini non li sopporto per gli atteggiamenti, ma se mi devo giocare una finale li vorrei sempre in campo. Certo che se il Milan non mandava Donnarumma in scadenza dopo l’Europeo lo avrebbe venduto per almeno 80 milioni

    RispondiElimina
  4. La tendenza a semplifcare è un vizio tipico della stampa sportiva italiana, oramai in declino irreversibile. Chiellini viene descritto come un novello Bakchembauer malgrado si porti sulla coscienza il gol di Morata, sul quale ha commesso un grave errore di posizionamento. Immobile, attuale scarpa d'oro, sembra sempre che abbia giocato uno schifo anche se poi il gol di Chiesa sempre con la Spagna è frutto di un suo ottimo movimento. In ogni caso, Bonucci e Chiellini hanno finalmente vinto una finale e mi fa piacere per loro. Tralasciando le sconfitte rimediate con la Juventus, squadra atavicamente abituata a prendere schiaffi in finale, la loro ultima presenza in una finale azzurra, a kiev nel 2012, era stata decisamente imbarazzante. Fino a ieri, negli ultimi atti, hanno rappresentato una garanzia per gli avversari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È così. Anche sul primo gol inglese, Kane è arretrato magistralmente, disorientandoli.

      Elimina
  5. Sul primo gol gli errori sono degli esterni:Emerson che lascia crossare indisturbato l’avversario è soprattutto Di Lorenzo che sbaglia movimento e taglia verso il centro. Poi lo ripeto: io li odio entrambi, ma per onestà bisogna ammettere che sia contro Lukaku che Kane Chiellini a 37 anni ha fatto una gran partita. Immobile per me è stato imbarazzante non essendo stato in grado di stoppare un pallone nelle ultime 3 partite (non dico segnare o dribblare), infatti è sempre stato sostituito. Il problema in parte dovuto anche al differente modo di giocare dell’Italia. Mi pare che problema analogo lo abbia avuto anche Barella che, gol a parte, ha faticato perché abituato nell’inter a difendere basso e ripartire con più spazi a disposizione. Comunque importante era vincere e abbiamo vinto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei due centrali avrebbe dovuto seguire Kane. Poi, sul cross di Trippier Di Lorenzo ha stretto verso il centro e Chiesa era 40 metri avanti. Bonucci e Chiellini hanno fatto una buona partita. Ma dovevano contrastare solo palloni alti su lanci di Maguire. Tutto facile per difensori esperti.

      Elimina