lunedì 15 ottobre 2012

Le dieci migliori ali destre della storia

Veniamo alle migliori ali destre della storia. Non indico Cristiano Ronaldo, ala ai tempi del Manchester United, i primi tre anni, perché poi sulla fascia ci finirono Rooney o Tevez: Cristiano Ronaldo è un attaccante, infatti. Per il resto, scelte obbligate ed esclusioni discutibili. Segue la classfica. Cosa ne pensate?
*Aggiornamento del 19 luglio 2016: estendo la classifica alle trenta migliori ali destre della storia.
  1. Garrincha
  2. Best 
  3. Bruno Conti
  4. Jairzinho
  5. Mattews
  6. Hamrin
  7. Figo
  8. Littbarski
  9. Keegan
  10.  Beckham
  11. Jimmy Johnstone
  12. Rep
  13. Julinho
  14. Meroni
  15. Robben
  16. Munoz  (River Plate)
  17. Brian Robson
  18. Simonsenn
  19. Dalglish
  20. Omar Corbatta
  21. Causio
  22. Wilkes
  23. Jair
  24. Haller
  25. Tigana
  26. Hassler
  27. Donadoni
  28. Vanenburg
  29. Bernd Schneider
  30. Michel
  31. Claudio Sala


12 commenti:

  1. Il destino sa essere quantomai beffardo. Questo post sulle ali destre giungne oggi, nel giorno dell’anniversario della scomparsa prematura di uno dei migliori interpreti italiani del ruolo. Parliamo di Luigi Meroni, immenso talento del Torino che Gianni Rivera ribattezzò “farfalla”. Il 15 ottobre di 45 anni fa morì in un incidente stradale. Diversamente, ne avremmo sentito parlare come una delle migliori ali destre di sempre…

    RispondiElimina
  2. A mio avviso, l'olandese Johny Rep nella top ten ci sarebbe dovuto essere.

    RispondiElimina
  3. Non conosco il quinto e il sesto se non per sentito dire....peró Figo è alla pari di Conti se non un po' più su. Certo, il giallorosso ha vinto il mondiale, ma Figo ha lasciato il segno ovunque. Più goleador, più completo dato che aveva un miglior tiro e batteva le punizioni....Insomma, è stato pallone d'oro.
    Pusceddu ancora lo sta cercando al Nou Camp.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, proprio no. Conti aveva uno scatto ed una rapidità sul breve, che Figo non ha avuto mai. Fu il miglior giocatore del mondiale del 1982. Lo soprannominarono Marazico. I giocatori brasiliani lo sentivano, per dignità tecnica, uno di loro. E quei brasiliani erano stelle di prima grandezza. Poi, insomma, un conto è far ballare Pusceddu, un altro è far ballare Briegel o Junior.

      Elimina
  4. Non dimentichiamo Kenny Dalgish, ala destra di valore assoluto..

    RispondiElimina
  5. Pusceddu è un esempio.....Figo aveva una finta di corpo che Conti se la sognava. Io stimo Conti, ma il fatto che fosse stimato dai Brasiliani non può essere un termine di paragone perché anche Figo lo sarebbe.

    RispondiElimina
  6. Ho tenuto fuori dalla classifica anche l'olandese Wilkes, leggendaria ala destra dell'Inter del secondo dopoguerra e per oltre 40 anni primatista di reti con la nazionale orange. Sia Wilkes che Hamrin furono straordinari goleador, non soltanto virtuosi di dribbling, finte, tunnel e cross. Qualcuno li considera delle mezze ali o persino degli attaccanti, sia Wilkes che Hamrin. In conclusione, Hamrin, in effetti, è tra i grandissimi. Potrebbe benissimo figurare tra i primi dieci. Diciamo che non l'ho considerato un'ala destra in senso classico. Ammesso che un senso classico esista.

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. Ha avuto una carriera interrotta da un grave infortunio. Ma, tanto talento Mora. Classifiche come questa costringono sempre a qualche esclusione.

      Elimina