Post in evidenza

Giro d'Italia 2020: il percorso. Quasi 60 km a cronometro

Giro d'Italia 2020 🚲, 9-31 maggio 2020. Mi piace il nuovo percorso del Giro d'Italia 2020 . Mi pare più equilibrato che negli ann...

mercoledì 12 febbraio 2020

Inter-Napoli: 0-1. Fabian Ruiz

Dopo l'impresa nel derby, l'Inter affronta il Napoli nella semifinale d'andata della Coppa Italia. Un grandissimo gol di Fabian Ruiz punisce un'Inter stanca, lenta e prevedibile. Eriksen andava schierato dall'inizio, Sensi è lontano parente del giocatore ammirato all'inizio della stagione. Questo è stato un errore di Conte, che, c'è poco da fare, è più allenatore da campionato che da coppa. Detto questo, perché D'Ambrosio gioca in serie A, se ha fondamentali da serie D? Perché prevale la retorica dell'impegno. 

11 commenti:

  1. Gattuso ha imitato Pioli, nessun attaccante di ruolo e tutti dietro la palla per evitare le ripartenze dell'Inter. Quindi spazi chiusi e opportunità solo nel finale quando finalmente si è passati alla difesa a 4 aggiungendo un attaccante.
    Quest'Inter ha vita più facile fuori casa contro le squadre forti, le quali sul terreno amico si scoprono di più e lasciano maggiori spazi.
    Quindi prevedo una partita più aperta al San Paolo con qualche goal in più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da più di un mese, l'Inter è prevedibile e gioca male e raccoglie poco. Il primo tempo del derby non è stato casuale. Contro squadre chiuse, poi, fatica molto. E a ritmi compassati non rende. Io cambierei modulo. Difesa a 4 e rombo a centrocampo. Con Brozovic vertice basso ed Eriksen vertice alto, con Barella e Vecino ai lati. Aspettando che Sensi ritrovi la condizione.

      Elimina
  2. Conte non giocherà mai con la squadra migliore in Coppa Italia (e nemmeno in Europa League), si fece buttare fuori da tutto con la Juve a campionato già vinto, figuriamoci adesso che dovrà lottare punto a punto con la Lazio che molto probabilmente verrà sospinta in ogni modo come già stanno facendo con Immobile per fargli fare il record di gol.
    Non mi sorprenderebbe per niente vedere una finale Milan-Napoli di modo da garantire un paracadute per l'Europa ad almeno una delle due se non ci arrivasse dal campionato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La finale Milan-Napoli, in effetti, è più di un'ipotesi. Quanto a Conte, considero comunque un errore trascurare le coppe. Puntare tutto sullo scudetto potrebbe rivelarsi un azzardo.

      Elimina
    2. Vero. La juventus, per quanto mal gestita dal tecnico, resta una squadra fortissima, e può sempre contare su un giocatore come CR7 capace di risolvere le partite anche da solo. Un azzardo fare "all-in" sul titolo nazionale.

      Elimina
    3. Coppa Italia ed Europa League non andrebbero trascurate.

      Elimina
  3. Sarei curioso di sapere quali siano i poteri forti intenti a favorire Immobile cosi da consentirgli di superare il record di Higuain. Fantascienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se ci siano poteri forti ma non è assolutamente fantascienza, già lo scorso anno nel girone di ritorno sospinsero Quagliarella al titolo di capocannoniere a suon di rigori, quest'anno con Immobile è ancora più palese la cosa.

      Comunque non dimentichiamo che Lotito ha le mani in pasta ovunque fra Lega e FIGC e si vanta tranquillamente di aver piazzato questo e quello, la Lazio sarà la vera avversaria dell'Inter, altro che Juve che perderà sempre più punti affossata dall'incapacità di Sarri che se non gira il suo schema è capace di perdere pure con il Pizzighettone.

      Elimina
    2. Sarri è sempre stato tatticamente un integralista. Non sa o non vuole cambiare e fatica a reagire alle difficoltà. Diciamo che la sua Juve è la meno competitiva, sebbene non la meno forte sulla carta, degli ultimi nove anni. Si sta aggrappando alla classe e all'orgoglio di Cristiano Ronaldo.

      Elimina
    3. Ecco. Il fatto che nella Juve ci sia Cr7 mi porta a immaginare che, nonostante tutto, resterà in corsa fino alla fine. O quasi.

      Elimina
    4. Detto questo, l'ambiente bianconero mi pare in forte fibrillazione. Dovesse arrivare una sconfitta stasera contro il Milan, difficile, ma possibile, non so come reagirebbe. In effetti, a pensarci bene, la panchina di Sarri non è poi così salda. A questo punto della stagione, può ancora succedere tutto e il contrario di tutto.

      Elimina