domenica 16 ottobre 2016

Inter sconfitta dal Cagliari: male Icardi e Candreva. De Boer confuso

Jovetic va messo fuori rosa. Partiamo da qui. Non ha più voglia con l'Inter. Sbagliato schierarlo, oggi, come lo fu contro la Roma. Pessima partita di Candreva, autore di non meno di 15 cross sbagliati e Icardi, leone quando scrive o scrivono per lui, meno in campo. Sbaglia un rigore e non tiene una palla. Ma anche De Boer ha le sue colpe nella sconfitta rimediata contro il Cagliari: errori nei cambi e messaggi di confusione ad una squadra già povera di idee e di personalità. E poi, in Italia, bisogna leggere bene le partite a gara in corso. Non basta prepararle. De Boer, sul punto, rivela ancora parecchi limiti. Per finire, Handanovic è un grande portiere solo quando gli tirino addosso. Non è da Inter.  

8 commenti:

  1. Anonimo il compagno di Kondogbia16 ottobre 2016 18:16

    Due parole su Icardi.
    Non mi convincerete mai che è un campione.
    Un giocatore che quando gioca male fa giocare male tutta la squadra.
    Presuntuoso e spesso inutile in campo.
    Non mi è mai piaciuto e mai mi piacerà.
    Non salta l'uomo, non crea spazi per i centrocampisti, cerca poco la profondità e comunque non ha lo spunto per saltare l'avversario nell'uno contro uno, favorisce un blocco centrale dei difensori avversari per cui diventa complicato anche per i compagni trovare il pertugio giusto.
    Dopo 3-4 anni, se sei così altalenante, significa che non sei determinante.
    A 60 milioni, se davvero li hanno offerti, dovevano cacciarlo immediatamente.
    E quella fascia poi, che la mettessero a un Miranda o Joao Mario, ma non a lui.
    Per il resto, ripeto nuovamente che occorre indietreggiare Candreva e Perisic sulla linea dei centrocampisti, perchè non sono ali da tanti goal e se il pilone là davanti gioca male non abbiamo uomini che possano buttarla dentro.
    Forse in questo momento un 4-4-2 sarebbe più indicato, con un Gabigol o Eder o non so chi, ad affiancare il pilone argentino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del tutto d'accordo sulla fascia: Icardi non la meritava e non la merita. Come centravanti, lo ritengo forte. Basti pensare alla partita contro la Juve. Oggi, però, ha giocato malissimo.

      Elimina
    2. E poi non si può scrivere un'autobiografia a 23 anni!

      Elimina
  2. Anonimo caldeggia il ritorno di Kondogbia16 ottobre 2016 19:14

    Non sono 23 anni, sono 4-5 che gioca in serie A.
    Non è un giocatore che fa la differenza. E se gioca male, cosa che accade spesso, diventa un problema per tutta la squadra perchè non partecipa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un finalizzatore Icardi, questo sì, che gioca poco con gli altri. Però il reparto peggio messo è il centrocampo. Medel non serve. Né quando si attacca né quando si difende. Banega perde un mucchio di palloni. Perisic, che almeno ha corsa e dribbling, non torna una volta. Così non va.

      Elimina
    2. Kondogbia centravanti al posto di Icardi16 ottobre 2016 21:56

      In verità a mio avviso quest'anno il centrocampo dell'Inter potenzialmente non è inferiore a nessuno in Italia.
      Banega contro la Roma ha fatto un partitone. Il problema è che se gioca dietro Icardi, che è inesistente, ha difficoltà anche lui a dialogare con un cadavere.
      Perisic e Candreva sono due buoni giocatori di fascia, Joao Mario, Gnoukouri ma anche Brozovic per finire con Medel e Kondogbia....insomma scelte ce ne sono.
      Purtroppo in questo momento l'Inter è troppo dipendente da Icardi, in quanto giocando solo con una punta vera, dipende molto da come imbrocca la giornata l'argentino. E non va bene, soprattutto perchè spesso è fuori dalla manovra.

      Elimina
    3. Con Banega e Medel, il centrocampo è leggero. Gnoukouri può giocare al posto di Medel e non assieme a lui. Kondogbia meriterebbe più spazio, come Brozovic, se quest'ultimo avesse voglia e non sono sicuro che ce l'abbia. È vero però che manca una punta di peso e statura elevata. Soprattutto nelle mischie finali quando si tratti di recuperare.

      Elimina
  3. E poi Icardi non ha alternative. Palacio non segna a porta vuota. Eder non è una prima punta e, comunque, non è da Inter.

    RispondiElimina