martedì 28 aprile 2015

L'Inter batte l'Udinese: primo gol di Podolski

Hernanes, trequartista sulla trequarti, Kovacic interno da interno, che Mancini stia cominciando a capirci qualcosa? L'Udinese finisce in nove e ci mette del suo, ma l'Inter vince con merito grazie al primo gol di Podolski, dopo il rigore di Icardi ed il momentaneo pareggio di Di Natale: 205 gol in A come Roberto Baggio. Dimenticavo: #Mancinivattene

17 commenti:

  1. Francesco Cappuccio29 aprile 2015 02:33

    Bardi
    Ranocchia Juan Jesus Vidic Andreolli Medel D'Ambrosio Santon Vrsalijko Dodò Kovacic Hernanes Guarin Shaquiri Icardi Palacio Jovetic

    All. Zeman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa , ma dove pensi che possa arrivare questa squadra con Bardi (quest'anno ha perso il posto pure nel Chievo...), Vrsaliko (discreto) e il solo Jovetic (al posto di Palacio immagino)??

      Elimina
    2. Bardi, secondo me, ha talento. Puntare su di lui potrebbe essere un azzardo, lo so. Ma, le qualità non gli mancano.

      Elimina
  2. Caro Narratore, da quando tempo stiamo dicendo che la squadra non era in grado di reggere le tre punte e che Hernanes sarebbe stato perfetto da trequartista anche per l'abilità di tiro con entrambi i piedi?
    La squadra può essere quella di ieri sera, con:
    un attaccante al posto di Palacio
    un centrocampista al posto di Guarin
    un centrocampista più forte di Medel
    un laterale più forte di D'Ambrosio
    Considerando Ranocchia al posto di Felipe, un difensore centrale forte che si dia il cambio con l'italiano e Vidic. Il serbo da qualche domenica è ritornato il giocatore di spessore che conoscevamo. Considerando che Medel può fare il centrale difensivo, direi che ne serve solo uno (Murillo?!?)

    Allenatore: Carlo Mazzone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto ovviamente

      Elimina
    2. In quella posizione, Hernanes che può dribblare sia destra che a sinistra, è difficile da marcare, in effetti. Tra i difensori, io darei fiducia anche ad Andreolli.

      Elimina
  3. Ieri ho visto un Allan mostruoso, che ha retto da solo il centrocampo dell'Udinese in 9.
    Lo sponsorizzavo già da tempo, ma qualcuno nel blog non lo riteneva all'altezza. Siete ancora di questa opinione? Mi sembra che rispetto a Medel, che si limita a rubare palla e passarla a 3 m, Allan sia nettamente superiore per la capacità di ripartire palla al piede e dare quindi un contributo anche in fase offensiva.
    Non mi piace l'idea Yaya Tourè: è fortissimo, ma ha già 32 anni e già quest'anno ha avuto una flessione nel rendimento, prende uno stipendio mostruoso. Dopo l'esperienza Vidic (ma anche Evra, Cole, Podolski) mi guarderei bene dal mettere sotto contratto un ultratrentenne ( e si parla di contratto di 4-5 anni!).
    Comunque il buon Sala (Verona), domenica è stato, dopo Toni ovviamente, il migliore in campo. Continuo a pensare che al posto di D'Ambrosio non sfigurerebbe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allan è un buon giocatore, ma non so se riuscirebbe ad imporsi all'Inter. Mi pare poi che Mancini, in quel ruolo, voglia un giocatore di maggior prestanza atletica.

      Elimina
  4. Ho visto Lazio Chievo e sono rimasto impressionato dal finlandese Hetemay. Nel ruolo di esterno, il top è Matteo Darmian, ma nn penso che Cairo se ne possa privare per poco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Darmian è davvero forte, ma, quella di Cairo è una bottega cara.

      Elimina
  5. Allan va visto in altre circostanze, una rondine non fa primavera.
    Non mi pare un giocatore in grado di fare gioco, piuttosto un buon incontrista, certo non scarso. Bisogna solo capire che tipo di regista davanti alla difesa cerchiamo, per me il prototipo è il Cambiasso dei tempi migliori: incontrista ma con piedi buoni e ottime capacità di inserimento.
    Allan lo vedo solo un po' più dinamico di Medel, ma forse mi sbaglio. Non mi pare abbia visione di gioco...
    A questo punto se devo migliorare di poco,punto sull'ivoriano che ho in casa, Gnoukuri, 18 anni e con un fisico da potenziare (lo dimostrano i crampi a ogni partita). Il ragazzo mi pare abbia tecnica, corsa, visione di gioco.
    Per il terzino sono d'accordo con JPP: Darmian e basta in Italia, a meno che non esca un altro straniero.
    Per il portiere, lo sloveno dell'Atletico contro il Real ha fatto il fenomeno e ha 22 anni...è dell'Atletico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sala non lo conosco e quindi non lo giudico, ma è un terzino sinistro?

      Elimina
  6. Destro. Ma, è più un tornante che un terzino.

    RispondiElimina
  7. Come regista arretrato, poi, darei una possibilità a Crisetig.

    RispondiElimina
  8. Comunque ieri l'Inter ha beneficiato di una doppia espulsione. Un certo contributo dalla piccola sorte c'è stato...

    RispondiElimina