mercoledì 28 gennaio 2015

Cassano torna all'Inter? Mancini ci pensa

Chiunque abbia visto la partita domenica dovrebbe convenire sull'opportunità di riprendere Cassano all'Inter. Uno sterile possesso della palla, immancabilmente destinato ad infrangersi contro i difensori avversari negli ultimi 20 metri, laddove Cassano, con la sua tecnica e la sua inventiva, potrebbe donare alla manovra nerazzurra l'imprevedibilità che le manca. Cassano, interista, nella sola stagione trascorsa all'Inter, condizionata anche da un serio infortunio, fece piuttosto bene. Andò via, così pare, dietro indicazione di Mazzarri. Mancini, così pare, lo gradirebbe come rinforzo in attacco. Mancini, come tecnico è sopravvalutato, ma il calcio lo conosce e deve essersi reso conto che un rifinitore è necessario alla causa. Insomma, Cassano può tornare all'Inter. E mi auguro che torni. E' svincolato, il suo ingaggio costerebbe poco, sa giocare al calcio con la naturalezza dei grandi ed è mosso anche dall'ambizione del riscatto, il che non guasta. Anche a mezzo servizio, Cassano farebbe comodo eccome all'Inter.

17 commenti:

  1. Sento parlare di Bonazzoli all'Udinese per 6-7 mln di euro, nell'affare che porterebbe Allan e Widmer (altro terzino scarso che non sa crossare) all'inter in estate.
    Non mi piace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno a me. Bonazzoli deve restare all'Inter, perché è già pronto per giocare. Si potrebbe pensare ad un prestito, dico si potrebbe, soltanto a condizione di conservare integralmente la proprietà del suo cartellino.

      Elimina
  2. dal charter privato con cui Berlusconi partiva per Amsterdam nel '86 per ingaggiare Van Basten e Gullit siamo finiti al pranzo di Galliani alla casa di Destro, a tavola col padre e la madre nel tentativo di convincerlo a venire....Addio Milan

    RispondiElimina
  3. Del resto, sono finiti i soldi. Il Milan è fuori da tutte le competizioni, mentre Destro è forte, consapevole della sua forza e può scegliere.

    RispondiElimina
  4. Sicuramente Bonazzoli è un giovane talento e non andrebbe ceduto, ma non condivido certi giudizi entusiasti su un prospetto che, al momento, non ha dimostrato ancora nulla. dopo quello che è successo ai vari Balotelli , Biabiany e Santon ( che alla sua età erano addirittura più promettenti) ci andrei cauto. Widmer è un discreto terzino, giovane e con margini di crescita, ma Vrsaliko ha piedi migliori. Allan invece è un ottimo mediano, non un fenomeno, ma superiore a bidoni ben più quotati come Medel e Mvila. A proposito: ad agosto scrissi che Torres e Mvila sarebbero stati i bidoni dell'anno: avevo ragione. Mancini non sta facendo bene, ma almeno sta spendendo il suo nome per attirare gente come Shaqiri e Toure che mai ci avrebbero preso in considerazione. Per quanto riguarda Cassano credo sia un ex giocatore, ha la stessa età di Palacio e quest'anno non ha inciso a Parma, quindi non vedo a cosa potrebbe servire. Chiudo scrivendo che dal narratore mi sarei aspettato un post su un grande 10 argentino che questa settimana ha salutato il calcio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Riquelme ho scritto tempo fa, precisando che lo preferivo addirittura a Zidane. Bonazzoli prevedo che farà moltissina strada. Il paragone con Balotelli e Santon ci sta: per me sono due grandi campioni, ora in difficoltà, ma nemmeno a metà carriera. Cassano, poi, da svincolato sarebbe un affare: il paragone con Palacio non regge, perché l'argentino ha fondato la sua carriera sul movimento e sullo scatto, mentre Cassano ha giocato sempre a ritmi blandi. Scommetto che se non verrà all'Inter si accaserà comunque presso una grande squadra. Infine, su M'Vila hai avuto ragione, io pure ero perplesso, Torres, invece, ha fatto male al Milan, dove stentano tutti ultimamente, ma all'Atletico ha subito ripreso a segnare.

      Elimina
  5. Bonazzoli è ancora minorenne. Cosa mai dovrebbe dimostrare un ragazzino di appena diciasette anni, se non di avere delle notevolissime potenzialità...?. Del resto, all'Inter, è ben più concreto il rischio che i giovani vengano sottovalutati piuttosto che sopravvalutati. La storia recente ce lo dimostra: i vari Bonucci, Donati, Destro e Coutinho., solo per citarne alcuni, avrebbero potuto dare un contributo alla causa ben superiore a quello fornito da gente come D'Ambrosio, Jonhatan, Mvilla, Kuzmanovic e altri ancora. Spero che la nuova dirigenza sappia valorizzare adeguatamente i prodotti di un vivaio tra i più floridi della serie A. Se anche corrazzate come Bayern e Barcellona non possono prescindere dalle rispettive giovanili, perchè dovrebbe farlo l'Inter...?...

    RispondiElimina
  6. D'accordo con JPP. Aggiungo che Widmer non mi piace, ha i piedi con il cemento sopra. Preferisco a questo punto Donkor.
    Bonazzoli non sarà un fenomeno, ma di sicuro può diventare un ottimo giocatore. Non è certo da vendere oggi a 6-7 mln
    Domanda: Jonathan non sarà un fenomeno, ma negli ultimi tempi aveva preso a fare la sua parte e soprattutto sa fare un cross. Perchè nonviene più preso in considerazione? DI certo migliore di quelli in rosa e dello stesso Widmer.

    RispondiElimina
  7. Bonazzoli alla Sampdoria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe un errore. L'ennesimo della dirigenza nerazzurra.

      Elimina
  8. Con diritto di acquisto da parte dell'Inter nei prossimi tre anni.....cioè in pratica diritto di acquisto fino ai 20 anni, dato che ora ne ha ancora 17.
    Se esplode a 21, ancora giovanissimo, siamo fregati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me, esploderà prima. Forse già il prossimo anno.

      Elimina
  9. Noi non abbiamo avuto molte occasioni di vederlo in campo, però se è stato ilpiù giovane giocatore a essere mai convocato nella nazionale under 21 un motivo ci sarà....vero anche che il movimento calcistico italiano attualmente non sforna tanti talenti e quindi la concorrenza in under 21 è minore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha un mancino da numero dieci ed un fisico da numero nove. Se Mihailovic l'ha chiesto e la Samp tira fuori tanti soldi un motivo c'è.

      Elimina
  10. In pratica lo vendiamo a 7 e se lo riprendiamo entro tre anni, il prezzo sarà di 14 mln.
    Insomma, stiamo facendo mercato con le casse vuote, ci servono i 7 mln della Sampdoria per pagare i vari Saquiri e Podolsky in estate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sostanzialmente è così. Qualcosa del genere accadde anche con Adriano.

      Elimina